Psicoterapia

psicoterapia

Ride delle cicatrici, colui che non è mi stato ferito.
W. Shakespeare

 

Che cos’è la psicoterapia

 

La psicoterapia è uno strumento di ricerca delle cause del malessere e di cura dai sintomi che creano sofferenza o disagio.  Può essere un percorso  individuale di riflessione su di sé, oppure uno spazio in cui la coppia ricerca la soluzione per superare fasi critiche della relazione.

Le persone che mi contattano, molto spesso sono spaventate per un improvviso stato ansioso o una profonda tristezza dovuta ad esperienze drammatiche, come ad esempio una separazione di coppia, oppure un luttoTalvolta sono esperienze che richiedono solo un sostegno psicologico nell’accettazione del cambiamento, come nel caso del lutto o di un evento indesiderato. In questi casi, l’ansia e la tristezza sono risposte fisiologiche e sane ad eventi inattesi o situazioni inevitabili.
Se invece la sofferenza diventa cronica, oppure l’ansia condiziona pesantemente la propria vita, allora bisogna andare oltre l’evento scatenante; piuttosto è necessario comprendere che cosa ci disorienta o destabilizza in queste esperienze.
La relazione terapeutica è la cornice in cui il terapeuta sa cogliere le risorse lasciate nell’ombra, attraverso l’analisi della storia del paziente. Siccome la psicoterapia è un percorso che coinvolge la persona in un lavoro profondo su di sé, non ha uno schema rigido e gli obiettivi del percorso di cura sono specifici in base ai bisogni della persona.

 

Psicoterapia di coppia

 

La crisi di coppia può trasformarsi in un confronto e preludere ad un cambiamento, non necessariamente alla fine della relazione e alla separazione. La crisi può sopraggiungere in qualunque fase della vita: il passaggio dal fidanzamento alla convivenza o al matrimonio, la nascita di un figlio, l’uscita dei figli dalla famiglia, i cambiamenti lavorativi. In particolare uno o entrambi i partners credono che la crisi sia insuperabile e avvertono che:

 

  • la relazione diventa distruttiva e logorante,
  • il conflitto coinvolge i figli  e ha già causato disagi importanti a livello psicologico,
  • ha conseguenze negative anche a livello sociale e professionale,
  • il coinvolgimento affettivo e la complicità sono scarsi,
  • esistono problematiche sessuali.

 

Metodo della psicoterapia

 

Nella fase iniziale della psicoterapia individuale, focalizziamo l’attenzione sulle esperienze significative e gli eventi stressanti alla base del disagio.
Nella fase successiva, il lavoro si concentra sul comprendere meglio il presente: come viviamo le relazioni affettive, quale ruolo hanno i rapporti sociali e in generale come affrontiamo le difficoltà quotidiane che ci mettono alla prova.
Infine, ci si “allena” a  fidarsi delle proprie capacità per capire che cosa cambiare, secondo quali strategie, sulla base di quali risorse.
Nella psicoterapia di coppia, i colloqui coinvolgono sempre entrambi i partners perché la comunicazione è centrale nel superamento del conflitto. L’obiettivo è recupero delle capacità di ascolto e comprensione di emozioni e bisogni reciproci, andando alla ricerca delle cause profonde della crisi.
La coppia non è la somma di due persone, ma uno spazio con proprie caratteristiche in cui entrambi rischiano di ferirsi reciprocamente, in un vortice sterile di accuse, incomprensioni. Il terapeuta ha proprio il ruolo di sostenere i partners quando faticano nel riconoscere i cambiamenti e le esigenze per la crescita della relazione.
Quindi, la psicoterapia di coppia può essere un percorso di recupero e trasformazione del senso del legame; oppure uno strumento per affrontare e superare la fine di un rapporto, senza che sia vissuto come un fallimento, personale e di coppia.

 

La psicoterapia ha sede presso lo studio di psicologia a Torino.

 

I commenti sono chiusi.